Vai ai contenuti



Ci sono luoghi in cui l'uomo percepisce la presenza di Dio da sempre. Sono posti nei quali il quotidiano sfoca i propri contorni e fluisce in una condizione di immensa quiete, dove i limiti dell'umana condizione si perdono nell'incommensurabile; si riducono le tensioni e subentra il desiderio di affidare le proprie miserie a questo oceano di silenzio, dove il più piccolo pensiero diventa un urlo che non può non essere ascoltato. Tutto ciò è assolutamente immobile; parafrasando Sant'Agostino, "è nel tempo". Il resto evolve: nasce, si trasforma, muore. Tra dubbi, passioni, gioie, dolori, morte, orrori, brezze e tempeste che scuotono e squassano la quotidianità, gli uomini, ogni tanto cercano rifugio e si recano nei luoghi dove potersi specchiare nell'immensa armonia.


Ciò avviene indifferentemente a qualsiasi latitudine e a ogni epoca e Tavignano e gli uomini che l' hanno abitata nei secoli hanno seguito la regola.


Il  Castello di Tavignano , particolarmente caro a noi fratelli, a cui ci legano i ricordi di momenti intensi e pieni di emozioni, è strettramente privato e non aperto al pubblico.


Dedicato a papà che tanto amava questo luogo.

ore
Torna ai contenuti